Montserrat è probabilmente il centro spirituale e culturale più importante della Catalogna.

Santa Maria de Montserrat è un’abbazia e basilica benedettina situata sulla montagna di Montserrat, chiamata Monistrol de Monstserrat. Il monastero fu originariamente, nel 1025, l’eremo di Santa Maria, Madre di Cristo. La cappella romanica più grande venne costruita per ricevere un numero maggiore di pellegrini. Divenne uno dei santuari più famosi del mondo cristiano e il più prestigioso della Catalogna.

La statua della Vergine è chiamata “La Moreneta” per il colore nero del suo viso. Si tratta di una statua di legno romanica della fine del XII secolo. La vernice della statua si è ossidata a causa del fumo delle candele e dei ceri, da qui il colore nero. La Vergine ha in testa una corona e tiene in mano una sfera. Sulle ginocchia tiene la statua di Gesù Cristo, anche lui con in testa una corona, che con una mano fa un segno di benedizione e con l’altra sostiene una pigna.

Lo stile della basilica nasce dall’unione di stili gotici e rinascimentali; un esempio è il portico sul lato destro della basilica.

Il museo sotterraneo occupa un edificio sull’altro lato della basilica e presenta due livelli. Venne costruito dall’architetto Josep Puig i Cadafalch nel 1929. Molte delle opere d’arte sono donazioni dei ricchi catalani. Troviamo reperti archeologici provenienti dai paesi biblici, opere d’oro e d’argento (XV-XX secolo) e fantastici dipinti di maestri come Caravaggio, El Greco, Sisley, Dalí e molti altri artisti catalani del XX secolo.

Non perdetevi la funivia e il fantastico panorama che offre il tragitto verso il monastero. Non perdetevi neanche il Coral de l´Escolania de Montserrat, uno dei cori di voci bianche più prestigiosi d’Europa.